“Bisogno di guida”

Tratte dalla sezione “Bisogno di guida” della raccolta “Il muro della terra (1964-1975)” di Giorgio Caproni.

Leggendo (buona) poesia, la propria tristezza si ricompone, assume un contegno diverso, irradiante, rivelatore.

Nella poesia “Anch’io” il poeta scopre la vanità della guerra conoscitiva e il vano desiderio di affondare le proprie radici in una terra che non appartiene ad alcuno.

In “Bisogno di guida”, l’apoteosi del dramma della virgola successiva alla sentenza “Non sono”. Una virgola è pausa, trasalimento, sospensione esistenziale.
Ancora una volta il luogo sfugge all’io e l’io si autoesilia dalla sua terra per affermare la sua controversa inesistenza.

“Tutte le poesie”, di Giorgio Caproni, introduzione di Stefano Verdino, Garzanti.

Pubblicato da Gisella Blanco

Poetessa, giurista, animalista ed estremamente gattofila, buddista, anticlericale e tantissimi altri difetti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: