“Coincidere”

Michele Mari, scrittore, poeta, saggista, traduttore e accademico milanese contemporaneo, per trent’anni ha evocato e rievocato un amore rimasto embrione dai banchi di scuola, dal quale è nato un canzoniere di cento poesie romantiche che sono anche mirabili pastiche e, molto probabilmente, lì dove risultano più taglienti sono, anche e sopratutto, prodigiosi divertissement, ricchi di figure retoriche che, lungi dall’enfatizzare la retorica, la scarnificano in un linguaggio ironico e prosastico. Ammirevole come si giunga a laconiche espressioni esistenziali che diventano, inaspettatamente, impressioni emotive e drammatiche suggestioni: quale miglior castigo della pace del verso? Einaudi editore

Pubblicato da Gisella Blanco

Poetessa, giurista, animalista ed estremamente gattofila, buddista, anticlericale e tantissimi altri difetti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: