“Le posizioni del dolore”

Chi ha assistito la propria madre in ospedale lo sa, lo sa che non avrebbe trovato chi trova le vene, che non avrebbe visto visitatori che trovano stanze da visitare e che il telecomando no, non si sarebbe trovato, perché quel dolore, quel dolore lì di quando assisti tua madre in ospedale quell’ultimo giorno suo e tuo, quel dolore è tutta l’introvabilità della vita (e la sua soluzione). Vivian Lamarque in Madre d’inverno, Poesia Mondadori.

Pubblicato da Gisella Blanco

Poetessa, giurista, animalista ed estremamente gattofila, buddista, anticlericale e tantissimi altri difetti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: